logo LaCurandera

Cosa mangiare quando si ha il ciclo per renderlo regolare

Molte di voi mi conoscono…e sapete che l’alimentazione è il mio punto fisso, per i risvolti positivi sul nostro benessere.

L’alimentazione influenza tantissimo ogni età e visto che parliamo del mondo femminile, distinguiamo le varie tappe della donna dalla pubertà, all’adolescenza e per finire all’età adulta. 

Oggi vorrei dare un paio di consigli alle giovani donne. Sapete, ragazze, quanto l’alimentazione vi aiuta anche per il ciclo? E non solo.

Inconsapevolmente nell’adolescenza stiamo plasmando il nostro futuro. Quello che scegliamo di mangiare o non mangiare farà la differenza sullo sviluppo psichico e sulla salute mentale.

Ciclo e peso: cosa mangiare e cosa non mangiare

Per esempio, molti disturbi dell’umore, la depressione, nonché le difficoltà nell’impegno scolastico sono tutte cose correlate anche all’assunzione di troppi zuccheri e cibi spazzatura. L’avreste mai detto?! Si pensa solo al fatto che fanno male al corpo, non alla mente!

Gli effetti sono poi a catena: tutto questo può portare a enormi squilibri ormonali. Forti dimagrimenti nelle ragazzine possono portare assenza di cicli mestruali. Durante l’adolescenza possono esserci anche cicli troppo ravvicinati, a volte emorragici, dolori debilitanti, mal di testa e stitichezza.

Insomma questo ciclo sembra essere una gran rottura, sensibile a qualsiasi cambiamento. E lo è.

Ma voi avete tante possibilità per viverlo bene!

Cosa mangiare per favorire il ciclo

Ci sono cibi che possono aumentare il dolore addominale, causare un senso di gonfiore alla pancia o influenzare il nostro umore. Gli zuccheri e i cibi pieni di grassi sono sconsigliati in questa fase, così come il caffè, il tè e l’alcol.

Cosa mangiare quando si ha un ciclo abbondante

In caso di mestruazioni tanto abbondanti, siamo acciaccate e stanche.

Il cibo da prediligere è: spinaci, carne come frattaglie e tacchino, pesce come vongole e frutti di mare, legumi,  uova,  avena, muesli, frutta secca, broccoli, cavoli, indivia, carote, peperoni, pomodori, zucca.

Frutta come agrumi, albicocche, kiwi, melone, fragole, frutti di bosco, banane e la verdura a foglia larga non dovrebbero mai mancare nella nostra dieta perché ricchi di ferro e vitamina C.

Mal di pancia mestruale, quale cibo?

Se invece dobbiamo tanti crampi alla pancia sono ottime le barbabietole rosse per l’apporto di magnesio, che hanno azione anti-spasmo ed è un rilassante sull’utero.

Anche gli spinaci cotti, ceci cotti, albicocche secche, fagioli bianchi e rossi cotti, mais bollito, broccoli, tarassaco crudo, patate al forno, noci, semi di girasole, mandorle, fichi, fichi secchi, prugne, banane.

Questi alimenti possono essere alternati e integrati con:
  • carboidrati complessi (pane, riso e pasta) che hanno un effetto calmante
  • le vitamine del gruppo B che ci aiutano a rilassare e limitare il dolore. In particolare la B1 – presente in cereali integrali, legumi, fegato, molluschi, germe di grano, crusca, funghi e lievito di birra – e la B6 che si trova negli spinaci, nei piselli, nei cereali integrali le quali a rilassano e limitano i dolori.

I rimedi dalla natura per problemi legati alle mestruazioni

Possiamo farci aiutare dai fiori e le piante per questi tipi di problematiche anche se, come dico sempre, le cure sono luuuuuuunghe e necessitano di costanza.

Qui vi elenco alcuni rimedi specifici per problematiche da ciclo.

Mi raccomando: occhio al fai da te! Le piante hanno un loro potere curativo, ma potrebbero interferire con tanti altri fattori (medicinali, periodo che si sta vivendo, alimenti e bevande che consumiamo abitualmente). Cerchiamo di farci consigliare da un/una professionista e di non fare di nostra iniziativa!

AGNOCASTO · mestruazioni assenti (amenorrea) o irregolari

Una pianta dai delicati fiori lillà, alleata delle donne contro vari disturbi femminili, in questo caso ci aiuta a regolarizzare il ciclo.

 

PARTENIO e magnesio completo · Mal di testa da ciclo

Il Partenio, un’altra pianta utile per disturbi ginecologici, oltre essere un antidolorifico. Una vera amica, insieme al Magnesio, per prendere in contropiede l’emicrania!

 

BORSA DEL PASTORE · Emorragia da ciclo

La conoscete? Forse non di nome, ma l’avrete sicuramente vista nei campi, visto che è una pianta infestante. Ha proprietà emostatiche: blocca il sangue. Una vera manna per flussi molto abbondanti.

 

FIORI DI BACH · Stitichezza

Fibre e magnesio ma anche fiori di bach visto che la situazione può dipendere molto dalla psiche e non solo da un discorso meccanico.

 

 

Il motto socratico “Conosci te stesso” ha mille risvolti e sfaccettature. In ambito medico vuol dire: ciascuno è il miglior medico di se stesso.

In effetti chi conosce se stesso sa curarsi e farsi curare. Non esiste infatti malato più difficile da curare di colui che non sa di essere malato!

Ma dobbiamo essere prudenti quando parliamo di piante officinali..saperci ascoltare è un buon mezzo e buon inizio per un percorso chiamato GUARIGIONE, ma per arrivarci facciamoci accompagnare da persone competenti che ci possano consigliare al meglio!

Trova ispirazione

Le proposte di Alessandra per delle tisane toccasana

Gennaio è arrivato! E con lui, il gelo…e indovinate chi

Fare sport fa bene alla salute…anche quando si ha il

logo la Curandera - equilibrio naturale

“Se io avessi una botteguccia
fatta di una sola stanza
vorrei mettermi a vendere
sai cosa? La speranza. 

“Speranza a buon mercato!”
Per un soldo ne darei
ad un solo cliente
quanto basta per sei. 

E alla povera gente
che non ha da campare
darei tutta la mia speranza
senza fargliela pagare.”

G. Rodari

La Curandera vi aspetta